14-12-2017

Tecnologia e conoscenza: storia di un matrimonio felice

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno (Albert Einstein)



Tecnologia e conoscenza hanno una storia molto più longeva di quello che potremmo pensare.

Se consideriamo la tecnologia come l’insieme di strumenti e tecniche mai utilizzate prima per la risoluzione di problemi pratici, possiamo considerare la storia della tecnologia e della conoscenza in molti fasi della progressione storica.

Dalla stampante alla TV, 5 secoli di tecnologia

Uno dei punti fermi nella storia che lega la tecnologia alla diffusione del sapere è la nascita della stampante.

La stampa a caratteri mobili di Gutenerg è canonicamente nata nel 1455 con la produzione del primo libro: la Bibbia. In Asia era già stata sviluppata una tecnica simile. La diffusione del sapere era diventata capillare grazie alla stampa in serie di libri e saggi che furono messi a disposizione di coloro che sapevano leggere.

Esempi ancora più lampanti sono la radio e la televisione.

In Italia la prima trasmissione della radio fu affidata alla voce di Maria Luisa Boncompagni il 6 ottobre 1924.
30 anni dopo nasceva la televisione, i programmi RAI e i primi programmi dedicati all’apprendimento.

Pochi anni dopo la prima trasmissione televisiva italiana (1954) avvenne in America un’altra rivoluzione degna di nota: la nascita di Internet.

La nascita di Internet

Era 1969 quando Leonard Kleinrock – studente da poco laureato del MIT – comprese una delle grandi potenzialità di quello che oggi chiamiamo internet: la possibilità di connettere saperi tra persone lontane.

Il suo computer diventò il primo “nodo” della rete trasmettendo per la prima volta un messaggio il 29 ottobre 1969. Lo scopo era quello di mettere in comunicazione università distanti territorialmente. E sebbene la nascita di Arpanet (nonno dell’odierno Internet) fu voluto dal Ministero della Difesa Americana, i primi quattro nodi della rete furono università: University of California Los Angeles (UCLA), Stanford Research Institute, University of California Santa Barbara (UCSB) e University of Utah.

Nel 1983 prese il nome di Internet e 6 agosto 1991, giorno in cui l’informatico inglese Tim Berners-Lee pubblicò il primo sito web, nacque il Word Wide Web che tutti noi oggi utilizziamo per reperire informazioni e contenuti di varia natura.

E adesso?

La progressione non si ferma certo al 1991 e la tecnologia è sempre di più entrata a far parte della nostra quotidianità.

La tecnologia nasconde pro e contro, ma proprio per questo motivo la didattica ha il compito di aiutare gli studenti a sviluppare una visione critica delle informazioni e delle fonti.

Il rapporto tra tecnologia, conoscenza e didattica verrà approfondito durante il Festival della Didattica Digitale a Lucca dal 21 al 24 febbraio 2018.